Chirurgia Orale

La Chirurgia Orale (nota anche con il nome di Chirurgia Odontostomatologica) si occupa di una serie di interventi chirurgici tesi a porre rimedio a situazioni biologiche e anatomiche problematiche che minano la salute del paziente. Questo tipo di chirurgia agisce dal lato della ricostruzione ossea, innesto e rimozione di residui reticolari nell’ambito della branca maxillo-facciale che non possono essere affrontati dal solo lato della Endodonzia e Implantologia.

 

Quali sono gli interventi contemplati

Gli interventi sono dati da estrazioni dentarie, asportazione di cisti, rialzo del seno mascellare, apicectomie, chirurgia ortodontica, frenulectomie, ricostruzione e/o rigenerazione guidata delle ossa mascellari, rimozioni di cisti e tumori, interventi di Parodontologia e Implantologia. Questi interventi sono effettuati in anestesia locale anche se in casi particolari, o quando la situazione lo richieda, è possibile eseguire interventi anche in anestesia generale o in sedazione, al il fine di minimizzare lo stress e l’ansia durante l’intervento.

 

La moderna Chirurgia Odontostomatologica

Oggi la Chirurgia Orale è orientata verso un approccio minimamente invasivo teso a minimizzare gli esiti post-operatori per il paziente. Lo Studio Andrisani si avvale d’importanti ausili quali la microscopia, la chirurgia sonica, la chirurgia computer guidata e tutta una serie di strumenti chirurgici dedicati alla riduzione del dolore intraoperatorio e postoperatorio.

Domande frequenti sulla Chirurgia Orale

L’estrazione è consigliata quando i denti non sono più mantenibili, in casi di denti del giudizio malposizionati o inclusi (disodontiasi). Le ragioni principali per rendere inevitabile l’estrazione possono essere varie: una carie profonda che ha compromesso in modo irreversibile il dente, impossibilità di mantenere l’igiene necessaria, l’inclinazione errata di eruzione, errato contatto con gli altri denti con compromissione dell’assetto.

E’ un passaggio inevitabile quando è fondamentale rimuovere parti di denti danneggiate o in casi di difficile la masticazione con effetti sulla corretta funzionalità quotidiana.

La Chirurgia interviene operando estrazioni, autotrapianti del dente del giudizio nonché rimozione di cisti e neo formazioni anomale.

No, l’estrazione chirurgica dei denti del giudizio (gli ultimi dell’arcata dentaria e dunque i meno accessibili) non comporta successive problematiche di ordine funzionale.

Questo sito impiega cookie di profilazione per migliorare l'esperienza on line, continuando la navigazione ne accetti l'uso altre informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi